Garage Italia Customs: menù stellato e progetti tailor-made

Cos’hanno in comune dei personaggi eccentrici e poliedrici come Lapo Elkann, Carlo Cracco e Michele De Lucchi?

Se sei di Milano la risposta è semplice, anzi scontata: Garage Italia Customs, il quartier generale di Lapo Elkann e della sua factory che ha come obiettivo la customizzazione dei mezzi su ruote e di acqua extra lusso. Per chi è nato negli anni ’90 come me ed è cresciuto a pane ed MTV, una sorta di Pimp my ride made in Italy.

01_GARAGE_ITALIA-kBQF--700x525@IlSole24Ore-Web

La nuova idea di Lapo Elkann prende vita nella stazione di servizio Agip commissionata dall’allora presidente ENI Enrico Mattei, la famosa Supercortemaggiore, appositamente ristrutturata da Michele De Lucchi che ha detto di “aver lavorato con l’entusiasmo dei suoi primi progetti importanti”.

foto-storica-650x340

A perimetro delle ali esterne sono state installate due file di neon, riposizionate esattamente come negli anni Cinquanta: sono un vero e proprio elemento architettonico che valorizza la forma aerodinamica dell’edificio e che torneranno a far splendere come in passato la “stazione”, catalizzando l’attenzione sulle sue linee futuristiche.

I rimandi alle auto e ai mezzi di trasporto sono molteplici in tutto l’edificio: dai modellini sul soffitto alla sagoma del muso della Ferrari 250 GTO fino ai bagni in stile Riva Aquarama.

Garage-Italia-Customs-Milano-1

Ma in tutto ciò Cracco cosa c’entra? Semplice: se al piano terra troviamo, insieme alla factory, il bar, al primo piano Lapo Elkann ha voluto aprire un ristorante affidato allo chef che maggiormente identifica la Milano che vuole mangiare bene: il menù è incentrato sul made in Italy, con piatti semplici e accessibili a tutti (anche nei prezzi ndr), con l’assoluta qualità e ricerca delle materie prime. Il richiamo alla velocità e al mito delle quattroruote è ripreso anche nel menu: la carta è aperta dalla carne omaggio al 46, il pluricampione Valentino Rossi; c’è il tributo al tre volte Campione del Mondo di Formula Uno Ayrton Senna, la turbina dei motori e il mare con l’F100, il mitico yacht amato da Gianni Agnelli e costruito sul finire degli anni ’80 dai Cantieri CNR di Ancona.

Insomma, Garage Italia Customs è un mix eccentrico e particolare e merita sicuramente di essere visitato, soprattutto se siete amanti del buon cibo, delle auto e dell’architettura, e credo proprio che a breve andrò a provare i loro piatti: la Carne cruda 46 e il Dolce copilota mi ispirano già.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...