Città che vai, museo che trovi!

Quando si va a visitare una nuova città, moltissime volte alla visita ai suoi monumenti più rappresentativi viene anche affiancata quella di alcuni musei, dove è possibile ammirare reperti archeologici di grande interesse o straordinarie opere d’arte.

Ci sono però alcuni musei talmente particolari che non vengono – quasi – mai menzionati dalle guide turistiche ma che meritano davvero una visita, anche solo per farsi una risata.

Siete curiosi? Ecco alcuni dei musei più strani e particolari che potete trovare in giro per il mondo.

Museo delle rane – Estavayer-le-Lac (Svizzera)

Il Museo comprende una collezione, unica al mondo, di 108 rane imbalsamate, con cui si sono allestite scene quotidiane in stile “Biedermeier“. Queste insolite opere sono state prodotte da François Perrier nel periodo compreso fra il 1848 e il 1860 e rappresentano scene satiriche dell’epoca: rane dal barbiere, in veste di soldati oppure mentre giocano a carte sedute al tavolo, potrete trovare rane travestite in ogni modo possibile!

Museo del sapone – Sidone (Libano)

Il Museo del sapone, situato a Saida 45 km a sud di Beirut, è un museo tematico che racconta la storia del sapone in Medio Oriente. Questo museo permette di scoprire le diverse fasi della produzione del sapone artigianale a base di olio d’oliva, nonché la diversità delle sue forme e proprietà. Il visitatore può così comprendere le tecniche di cottura, essiccazione, taglio e calibratura del sapone artigianale. Le vetrine mostrano i vari utensili e oggetti utilizzati negli hammam. Al termine della visita, un breve filmato di 10 minuti, sottotitolato in francese e inglese, mostra alcuni artigiani libanesi che spiegano il loro modo di lavorare, e la loro voglia di trasmettere il loro know-how e il loro amore per questo mestiere alle generazioni successive.

Museo delle relazioni finite – Zagabria (Croazia)

Quando finisce una relazione, prima o poi sorge sempre una domanda “Che ne faccio di tutti gli oggetti che ci siamo regalati o che rappresentano un ricordo?”. Siamo fatti così, teniamo le cose e teniamo i ricordi, un po’ come se volessimo lasciare traccia di quella relazione che è appena terminata. Si chiama Museum of Broken Relationship ed è proprio questo, il posto dove mettere la foto, il biglietto del cinema e quel cappello stupido che faceva tanto ridere. Il Museo si trova a Zagabria e nasce dalla fine di una relazione: dopo quattro anni insieme, la produttrice cinematografica Olinka Vištica e lo scultore Dražen Grubišić decisero di separarsi e si trovarono davanti a un bivio, buttare tutti gli oggetti o tenerli in casa? Da qui nasce l’idea.

Museo del gelato – Bologna (Italia)

Gelato Museum Carpigiani, ad Anzola dell’Emilia, è il primo museo che racconta e approfondisce Storia, Cultura e Tecnologia del Gelato Artigianale, alimento fresco e di alta qualità che rappresenta l’eccellenza e la creatività italiana nel mondo. Inaugurato nel 2012, il museo si sviluppa in un percorso interattivo su tre livelli di lettura: l’evoluzione del gelato nel tempo, la storia della tecnologia produttiva e dei luoghi, i modi di consumo del gelato. Il tutto attraverso un’esposizione di oltre 20 macchine originali, postazioni multimediali, 10.000 fotografie e documenti storici, preziosi strumenti e accessori d’epoca, inedite video-interviste, laboratori didattici.

Museo sottomarino – Cancun (Messico)

Sott’acqua, a qualche metro di profondità giacciono centinaia di sculture. Non sono i resti di un tesoro nascosto o di tratta del bottino di un vecchio galeone affondato da qualche pirata che infestava il mare della penisola del Yucatan. Sono invece le opere dello scultore britannico Jason de Caires Taylor che ha creato il MUSA (Museo Subacuático de Arte), il museo sottomarino più grande del mondo, proprio nei fondali del mare della Costa Maya, icona cult del turismo di questo Paese ricco di tradizioni e bellezze naturali.

Museo del gatto – Kuching (Malesia)

Amanti dei gatti, ecco il museo che fa per voi: già dai primi scaffali del museo, centinaia di occhi guardano i turisti. Nonostante quello che si può pensare, non ci sono oggetti simili tra loro e le esposizioni del museo sono rifornite ogni mese. Diverse sale del museo sono dedicate alle informazioni sulle rocce, le abitudini, gli aspetti principali e secondari della vita dei gatti. Inoltre, c’è un’enorme sala che contiene dipinti tematici di artisti contemporanei in Malesia. Oltre a dipinti e statuette, il museo presenta fotografie di diverse nazioni del mondo con l’immagine di gatti, tatuaggi, poster con proverbi e firme divertenti. Insomma, è un museo davvero ben rifornito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...